Pagine

mercoledì 26 luglio 2017

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta #34: Babadook. / The Cinema (Seen From Me) In A Single Sticker #34: Babadook.

È difficile parlare di un film che ho visto una sola volta e che non ho nessuna intenzione di riguardarlo.
Perché questo è uno dei classici film che viene osannato dal pubblico e critica ma quando hai finito di guardarlo ti chiedi "Che roba è?!?".
L'idea in sé non sarebbe male, il fatto che se la paura non la puoi sconfiggere la puoi dominare (poi ovviamente ognuno si fa la sua idea del significato che ha il film), ma c'è una cosa che mi fa impedire nel riguardare questo film: il bambino.
I bambini, sia nel film che nella realtà, sono buoni, cari ecc. ma quando diventano dei veri rompi balle non c'è sopportazione che tenga. 
E questo è il caso del bambino protagonista di questo film.
Una specie di McGyver (anzi, io credo che sia proprio lui visto che non riesco a spiegarmi del perché abbia un armamentario così elaborato da far invidia a qualsiasi terrorista professionista) alla quale per quasi tutto il film continua a chiamare la sua mamma.
Per chi non ha visto il film, provate immaginare se a casa vostra ci sia un bambino che continua per tutto il giorno a chiamare la mamma. Per tutto il giorno.
Capirete la povera madre rimasta vedova che. oltre al bambino. deve affrontare il suo stress psicologico.
Quindi non è un caso se per tutto il film ho tifato per Babadook...
Peccato che poi alla fine mi abbia deluso, anche perché piano piano diventa sempre più grottesco e il film si limita a metter un po' di cliché già visti e rivisti in tanti altri film horror.
E il cliché è uno dei brutti mali dei film horror usciti negli ultimi anni.
In definitiva: personalmente non un brutto film, ma se non ti prende ci si annoia e vorresti ammazzare il bambino il prima possibile. 
Ma ve lo dico subito: questo non succede.
Peccato. 

It's hard to talk about a movie I've seen once and that I'm not going to cover it. 
Because this is one of the classic movies that is being auditioned and criticized, but when you've finished watching it you ask, "What's the stuff?!?" 
The idea itself would not be bad, the fact that if you can not defeat it you can dominate it (then of course everybody makes their own idea of ​​the meaning that the movie has) but there is one thing that prevents me from About this movie: the baby.
Children, both in film and in reality, are good, dear ones, and so on. but when they become real bales, there is no endurance to hold. 
And this is the case for the baby star of this film. 
A kind of McGyver (indeed, I think he's just because I can not explain why he has such an elaborate weapon to envy any professional terrorist) to which almost the whole movie continues to call his mom.
For those who have not seen the movie, try to imagine if there is a baby in your home who goes all the day to call your mom. All day long. 
You will understand the poor mother who is a widow. In addition to the child. He must face his psychological stress.
So it's no coincidence if I've been fanatic for Babadook for the whole movie ... 
It's a shame that I finally disappointed me, because it's getting more and more grotesque and the movie just puts a bit of cliché that I've seen and reviewed In so many other horror movies. 
And cliché is one of the horrible evils of the horror movies that came out in recent years.
Ultimately: Personally not a bad movie, but if you do not get bored you would want to kill the baby as soon as possible. 
But I tell you now: this is not the case. 
Sin.


«Mum Mum Mum...»
«Are you sure you want to refuse your job as a babysitter?!? I guess I pay her well!»
«If selling his son on eBay would make a deal! Believe me!»

mercoledì 19 luglio 2017

Disegni che ho pubblicato su Instagram. / Designs that I published on Instagram.

Quando creai questo blog, avevo pensato un modo alla quale i miei disegni e fumetti fossero accessibile per chi non aveva un profilo Facebook.
Da quando un paio di anni fa creai il mio account su Instagram ho cominciato a pubblicare anche da lì i miei "disegni instantanei".
Purtroppo facendo così ho lasciato il blog "da solo", così ho pensato di pubblicare qui alcuni miei disegni. 
Alcuni li ho fatti utilizzando con lo smartphone e alcuni risultati mi soddisfano abbastanza!
La prossima raccolta sarà dedicata a cantanti e band specialmente della musica indie italiano. 
Spero che vi piacerà e ricordatevi di seguirmi anche su Instagram


When I created this blog, I thought of a way in which my drawings and comics were accessible for those who didn't have a Facebook profile. 
Since a couple of years ago I created my account on Instagram I started publishing there my "instant designs."
Unfortunately doing so I left the blog "on my own", so I thought I'd post here some of my designs. Some I made them using your smartphone and some results I meet enough! 
The next harvest will be dedicated to singers and bands, especially indie music Italian. I hope you enjoy and remember to follow me on Instagram!

David Bowie - 11/01/2016
Rat-Man - 21/05/2016
Bud Spencer - 28/06/2016
"Wish I Was Here" (film by Zack Braff) - 17/08/2016

Batman - 24/08/2016
Gene Wilder - 30/08/2016
Lucio Dalla - 01/02/2017

Lupin III - 03/03/2017
Son Goku ("Dragon Ball") - 04/03/2017

Lucio Battisti - 05/03/2017

Deadpool - 05/03/2017


Clint Eastwood - 07/03/2017

Tony Bandano (Girl Version) - 08/03/2017

Treno disegnato sul passaggio livello di Pavia, / Train drawn on the step level of Pavia. - 14/03/2017 

Disegno fatto da mio padre sullo smartphone. / Drawing made by my dad on your smartphone. - 19/03/2017

Rat-Man - 19/03/2017

"Go Johnny go!" (Chuck Barry) - 19/03/2017

Tomas Milian - 23/03/2017

Gorillaz - 28/03/2017

Francesco De Gregori - 04/04/2017

Totò - 14/03/2017


Baby Groot - 22/04/2017

Jack Nicholson - 22/04/2017

Ivan Graziani - 24/03/2017

Motoko Kusangi ("Ghost In The Shell") - 25/04/2017

Princess Leila/Carrie Fisher ("Star Wars") - 26/04/2017

Logan - 03/05/2017


Darth Vader ("Star Wars") - 04/05/2017

Rocket Racoon ("Guardian Of The Galaxy") - 11/05/2017

Fabrizio De Andrè - 14/05/2017

Chuck Norris - 16/05/2017

Stan Lee - 24/05/2017

Rorschach ("Watchmen") - 31/06/2017

Rino Gaetano - 02/06/2017

Steven Seagal - 08/06/2017

Batman/Adam West - 10/06/2017

Paul McCartney - 18/06/2017

"Spiderman: Homecoming". - 02/07/2017

Fantozzi/Paolo Villaggio - 03/07/2017

lunedì 10 luglio 2017

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta #33: La Bella e la Bestia (2017). / The Cinema (Seen From Me) In A Single Sticker #33: Beauty and the Beast (2017).

Prima di guardare questo film, per l'occasione ho voluto riguardare il meraviglioso film d'animazione del 1991 a distanza di anni.
Con fiducia dei trailer, mi sono buttato a guardarlo e la fiducia mi ha dato ragione: bel film.
Non c'è dubbio, con questo "remake in live action" è riuscito a far rivivere la magia di andare al cinema e di ritrovare le stesse emozioni di chi da bambino aveva (e magari, ce l'ha ancora) la VHS e sognava un giorno di avere un castello o le bambine che sognavano di danzare in quel bellissimo salone da ballo con quel bel vestito alla quale la principessa Sissi, in confronto, era il nulla...
Il senso di questa storia, per quanto oggi sia semplice, rimane comunque ben salda: l'emarginazione sociale e il non accettare il proprio aspetto senza privilegiare a quello che si è dentro rimane ancora attuale.
Per quanto riguarda questo film del 2017 non ha nulla che non va, a parte due difettucci che si potevano risparmiare:
  • La pessima recitazione di Emma Watson (mono espressiva a più non posso);
  • Qualche pecca di sceneggiatura: ad esempio, quando Belle torna in paese vestita ancora "da principessa" dicendo che è stata al castello ma nessuno le crede o nella scena finale (è spoiler, ma non credo che vi potrà urtare più di tanto) quando tutti ritornano umani e improvvisamente arrivano tutte le famiglie/amici/conoscenti che manco la De Filippi... Ma veramente sapevano dov'erano i propri cari e che in QUEL momento l'incantesimo svaniva?!? Mah!

Comunque al di là di tutto, il film rispecchia e rispetta perfettamente il film d'animazione del 1991.
Anche troppo... E qui partono le mie note dolenti.
(Teo, non cominciare a trovare le pulci anche in questo film...)
E purtroppo sì, le devo trovare!
Come ho già detto, il film rispecchia perfettamente il film del 1991, ma come vi avevo già detto ai tempi di "Stranger Things" manca "l'effetto sorpresa".
(Sì va beh, ma cosa ti aspettavi? È la versione live action de "La Bella e la Bestia"! Che sorpresa ti devi aspettare?)
Giusto, però mi sarei aspettato qualche azzardo in più, qualche scena in più o qualche sequenza che nel cartone animato non c'era. 
Mi spiego meglio: il film si limita troppo a "copiare e incollare" il film d'animazione e le uniche cose aggiunte sono le canzoni, qualche scena poco significative e un timido (molto timido) cambiamento di sceneggiatura. Stop.
Da chi vuole riprendere un film che molti sanno già mi sarei aspettato qualcosa in più, un po' di coraggio nel cinema non guasta mai!
Alla fine, si riguarda lo stesso film solamente che gli attori sono "in carne e ossa". Fine.
Nulla aggiunge a quello che già si sa e, personalmente, se voglio riguardarmi "La Bella e la Bestia", per quanto sia ben fatto questo remake, continuo a preferire il film d'animazione perché rimane l'originale.
Con questo, spero che la Disney con i prossimi film in live action non si limiti a "copiare" i suoi stessi film con attori veri e che azzardasse ad aggiungere qualcosa che, magari, in quei film mancavano. 
Tanto per avere un minimo di interesse nel riguardarli anche questi "remake".

Before watching this film, I wanted to relate the wonderful animated film of 1991 after many years. With confidence of the trailer, I threw myself at him and the trust has given me reason: cool movie.
There is no doubt, with this "live-action remake" managed to revive the magic of going to the movies and find the same feelings of who as a child had (and still has) the VHS and dreamed of one day having a castle or little girls who dreamed of dancing in that beautiful ballroom with that beautiful dress which Sissi in comparison, it was nothing ...
The point of this story, however today is simple, it remains firmly: social exclusion and not to accept their appearance without giving priority to what is inside is still current. As for this movie of 2017 has nothing wrong, apart from two difettucci that could save:

  • The bad acting of Emma Watson (mono expressive as you can);
  • A few drawbacks of script: for example, when Belle back in country still dressed "like a Princess" saying it was the Castle but nobody believed or in the final scene (spoilers, but I don't think I can hit that much) when all human are back and suddenly arrive all families/friends/acquaintances who I miss Dahlberg ... But truly knew where were the loved ones and that at that moment the spell faded away?!? Mah!

However, above all, the film reflects and respects perfectly animated film of 1991. 
Also too ... And here my notes. 
(Teo, don't start finding fleas even in this movie ...)
 And sadly Yes, I owe you find!
As I mentioned, the film reflects perfectly the 1991 film, but as I said at the time of "Stranger Things" missing "surprise". 
(Yes okay, but what did you expect? Is the live action version of "Beauty and the Beast"! That surprise you have to wait?)
Right, but I would expect some more gaming, few scenes in more or some sequence in the cartoon wasn't there. 
Let me explain: the film is limited too to "copy and paste" the animated films and the only things added are the songs, some insignificant scene and a shy (very shy) change of script. Stop.
By anyone who wants to resume a movie that many people know already I would have expected a little more, a little courage in filmmaking never hurts! 
In the end, it is for the same movie just that actors are "flesh and blood". Finish.
Nothing adds to what you already know and, personally, if I want to concern me "Beauty and the Beast", to how well made this remake, I still prefer the animated film because it remains the original.
With this, I hope that Disney with the next movie in live action is not simply "copy" his own movie with real actors and that attempting to give an adding something, perhaps, in those movies were missing. 
Just to have a minimum of interest in affect them also these "remake".

«Believe me: I was really in a castle where a beast but is kind, tender and trained! When you pull the stick him back
«But don't say crap!»
«I swear it is! And your husband is a nightstand
«This then ...»
«And that dress where you soon?»
«Definitely in H&M
Oh, I'm liking!
«Honey, it would be more credible if this had a cartoon ...»