Pagine

venerdì 17 novembre 2017

Nada Malanima.


Nada Malanima - Ti Stringerò (1982)

Nada Malanima (conosciuta anche solo Nada), nata a Gabbro di Rosignano Marittimo, 17 novembre 1953.
Comincia già a quindici anni la sua carriera di cantante partecipando al Festival di Sanremo 1969 con il brano "Ma che freddo fa".
Un successo dietro l'altro fino alla piena maturità della musica d'autore, prima con Piero Ciampi e altri autori di spicco, successivamente come autrice di sé stessa.
Nada ha cavalcato gli anni mutando continuatamente ma rimanendo sempre sé stessa e senza dare peso alle mode del momento.
Un'Artista che apprezzo da sempre grazie attraverso mia madre che ascoltava i suoi brani in radio.
La mia canzone preferita, banale a dirlo, è "Amore disperato" del 1983: a parer mio una delle canzoni più belle della storia della musica italiana.
Le turbolenze della giovane età di un amore appena conosciuto ma che faccia già scoppiare il cuore a causa di un "angelo caduto dal cielo" è una pietra miliare che tutt'oggi si può riconoscere.
Gli anni passano e le canzoni restano.
È questo il segreto di una grande canzone.
Ed è il segreto di un grande Artista, proprio come Nada. 

Nada Malanima (also known as Nada), born in Gabbro di Rosignano Marittimo, November 17, 1953. He began his career at the age of fifteen when he participated in the Sanremo 1969 Festival with the song "Ma che freddo". Success behind each other until the full maturity of the music, first with Piero Ciampi and other prominent authors, later as author of herself.
Nada rode the years constantly changing, but always remaining herself and without giving any weight to the fashion of the moment. 
An Artist I always appreciate thanks to my mother listening to her songs on the radio. 
My favorite song, trivial to say it, but it's "Amore disperato" of 1983: in my opinion one of the most beautiful songs in the history of Italian music.
The turmoil of the young age of a newly-known love, but which causes the heart to break out because of a "fallen angel", is a milestone that can still be recognized today. 
The years pass and the songs remain. 
This is the secret of a great song. 
And it is the secret of a great Artist, just like Nada.

Come qualcuno già sa, io ho la passione per la musica in vinile 
Oltre a possedere il 45 giri "Ma che freddo fa" ho comprato il suo album "Smalto" del 1983 nella quale, oltre a contenere la sopracitata "Amore disperato", è un album che non è mai stato stampato su CD eccetto alcune canzoni.
E poi ha una bella copertina che spicca Anni 80 da tutti i pori!

As someone already knows, I have the passion for vinyl music In addition to owning the 45 laps "Ma che freddo fa" I bought his 1983 album "Smalto" in which, besides containing the above-mentioned "Amore disperato", is An album that has never been printed on CDs except some songs. 
And then she has a pretty cover that stands out for Anni 80 from all the pores!

Eccolo!!!
Here it is!!!
Ispirandomi a questo disco, ecco il mio omaggio verso Nada!
Spero che vi piaccia!
Inspired by this record, here's my tribute to Nada! 
I hope you enjoy!

And all life
runs endlessly without one
because everything comes from
nothing and nothing is left without you.

Nada Malanima - "Amore disperato" (1983)

venerdì 10 novembre 2017

Inchiostrando... Gabinka Ricciocornia!

Nuovo "speed drawing" dedicato ad una brava youtuber: Gabinka Ricciocornia.
I suoi video si occupano di recensioni e consigli su libri da leggere, non per nulla lei stessa si definisce una "booktuber".

E qui trovate lo "speed drawing" sull canale YouTube "Libero di Disognare TV"!


domenica 5 novembre 2017

Inchiostrando e colorando... Loletta Five!

Oggi è il compleanno di Loletta!
E come festeggiarlo se non disegnandola? 
Così ho pensato di fare un "remake" del disegno che avevo già fatto in onore di "Scrubs", la sua serie preferita.


Lo Speed Drawing pubblicato nel mio canale YouTube "Libero Di Disognare TV"!



mercoledì 18 ottobre 2017

Omaggi ad artisti musicali che (forse) non conoscete. / Tribute to musicians who (maybe) do not know .

Come sapete io amo la musica e spesso li rendo omaggio disegnando i personaggi che hanno caratterizzato il mio amore verso questa forma artistica.
Pesco spesso musica del passato perché in quella attuale trovo poco o nulla che mi faccia emozionare davvero.
Però ci sono gli eccezioni e con questo post vorrei farveli conoscere (o riconoscere, dipende dai casi). 

As you know, I love music and I often pay homage by designing the characters that have characterized my love for this artistic form. 
Pesco is often the music of the past because in the present I find little or nothing that makes me really emotional. 
But there are the exceptions and with this post I would like to make you know (or recognize, it depends on the cases).

La Municipàl

La Municipàl - Valentina Nappi (live version) (2014)

La Municipàl è un gruppo formato principalmente da due fratelli: Isabella e Carmine Tundo.
La loro prima canzone che ascoltai di loro è "Valentina Nappi" del 2014 che già mi innamorai nell'attesa di ascoltare altri singoli.
Non si fecero attendere e successivamente uscirono altri meravigliosi brani come "Il mercante d'occhi" e "L'accademia delle belle arti".
Nel 2016 esce finalmente (e probabilmente sotto la mia simpatica minaccia dopo aver ascoltato tutti questi brani) il loro primo album "Le nostre guerre perdute".
Un album davvero strepitoso!
Non potevo che omaggiarli così, con una vignetta dedicata alla loro prima canzone che ascoltai.

La Municipàl is a group formed mainly by two brothers: Isabella and Carmine Tundo. 
Their first song I heard of them is "Valentina Nappi" of 2014 that I already fell in love waiting to hear other singles. They did not wait and later came other wonderful songs such as "Il mercante d'occhi" and "L'accademia delle belle arti".
In 2016 he finally comes out (and probably under my sympathetic threat after listening to all these songs) their first album "Le nostre guerre perdute". 
A really awesome album! 
I could only say good-bye to them, with a vignette dedicated to their first song I listened to.

Disegno del 1/7/2016
Design of July 1, 2016




IO e la TIGRE

IO e la TIGRE - Il lago dei ciliegi (2014)

IO e la TIGRE è un duo formato da una chitarra e voce (IO, Aurora Ricci) e una batterista (TIGRE, Barbara Suzzi).
Se qualcuno dovesse dire che genere fanno, basta la loro risposta: 
"Sono la carezza e lo schiaffo".
La prima canzone che ascoltai fu "Il lago dei ciliegi" tratto dal loro primo EP omonimo del 2014.
Comprai l'anno scorso il loro primo album "10 e 9" con la conferma del loro talento musicale.
Quest'anno hanno tirato un altro meraviglioso EP dal titolo "Per sempre", che sia auspicio per la loro salita nel campo musicale!
Essendo due tipe toste e simpatiche, ho realizzato ben due disegni (in realtà ce ne sono tre, ma il primo era brutto): uno realizzato in occasione del loro primo album, l'altro una sorta di risposta alla bella cover del loro ultimo EP.

IO e la TIGRE is a duo formed by a guitar and voice (IO, Aurora Ricci) and a drummer (TIGRE, Barbara Suzzi). 
If anyone should say what kind they do, their answer is enough: 
"I'm caress and slap."
 The first song I played was "Il lago dei ciliegi" from their first EP of the same name in 2014
I bought their first album "10 e 9" last year with the confirmation of their musical talent. 
This year they have released another wonderful EP entitled "Per sempre", which is hoping for their rise in the music field!
Being two tedious and nice guys, I made two designs (there are actually three, but the first was ugly): one made on their first album, the other a kind of response to the beautiful cover of their latest EP .

Disegno del 30/9/2016.
Design of September 30, 2016.
Disegno del 19/7/2017.
Design of July 19, 2017.

Fabio Poli.

Fabio Poli - Io e Chiara (2016)

Fabio Poli è un cantautore veneto nato a Dolo il 19/2/1977.
Ricordo di essermi iscritto nel suo canale un po' di tempo fa grazie ad un video dello youtuber Il Tizio Qualunque nella quale lo citò per via di una cover di Lucio Battisti.
Ascoltai la sua versione e mi piacque moltissimo.
Poi l'anno scorso mi trovai con una sua canzone nella mia bacheca di iscrizioni (con il tempo ignorando di chi fosse costui) dal titolo "Io e Chiara".
Un brano davvero orecchiabile che poteva benissimo entrare tra le canzoni estive.
Incuriosito per le canzoni che sfornava, comprai il suo CD "Primo in classifica da 58 settimane" ordinando via email contattando lo stesso Fabio.
È un cantautore simpatico e pungente, che non disdegna alle canzoni più sentimentali e intimistiche.
In ritardo, gli ho fatto un omaggio disegnandolo sullo smartphone che comunque è stato apprezzato.

Fabio Poli is a Venetian songwriter born in Dolo on 19/2/1977
I remember writing in his channel a while ago thanks to a video of the youtuber Il Tizio Qualunque in which he cited him for a cover of Lucio Battisti. 
I listened to his version and I really liked it. Then last year I found myself with a song in my inscription board (with time ignoring who she was) titled "Io e Chiara".
A really catchy song that could very well enter summer songs. 
Curious about the songs he was playing, he bought his "First 58-week-old" CD, ordering via email by contacting Fabio himself. 
He is a cute and pungent songwriter who does not disdain to the more sentimental and intimate songs. Later, I paid him a homage on the smartphone that was still appreciated.
Disegno del 30/5/2017.
Design of May 30, 2017.



Canova.

Canova - Portovenere (2016)

Canova è una band capitanata dal cantautore Matteo Morbici.
Purtroppo conosco molto poco la loro formazione  e la loro storia anche perché li ho sempre sentiti nominare ma non avevo mai avuto il modo di conoscere le loro canzoni, finché quest'anno non uscì "Threesome", un brano orecchiabile nella quale mi ha fatto venire la voglia di ascoltare il loro album dell'anno scorso "Avete ragione tutti".
Un album semplice e diretto con testi mai banali (e in alcuni punti mi è sembrato di ascoltare De Gregori).
E siccome che "Threesome" è entrata come colonna sonora della mia estate 2017, ecco un omaggio a loro e al video molto bello e... eccitante!

Canova is a band led by singer/songwriter Matteo Morbici
Unfortunately I know very little about their formation and their history because I always heard of them but I never had the chance to know their songs until this year did not came out "Threesome", a catchy song in which made me want to listen to their album of the year "Avete ragione tutti."
Simple and straightforward album with lyrics never dull (and at some points I felt listening to De Gregori). 
And since that "Threesome" is entered as the soundtrack of my summer 2017, here's a tribute to them and to the very nice video and ... exciting!
Disegno del 19/7/2017.
Design of July 19, 2017.




Cambogia.

Cambogia - Il mare non è niente di speciale (2016).

Il misterioso Cambogia nasce da questo video, non si sapeva chi fosse ma "Il mare non è niente di speciale" aveva conquistato molti utenti, compreso il sottoscritto.
All'uscita della seconda canzone, "Adolescenza tropicale" si cominciava a capire più o meno chi fosse sicché a gennaio uscì il suo primo (e ultimo... spero di no) album "La sottrazione della gioia" che io tutt'ora sono orgoglioso di averlo comprato.
Sapevo già chi era il tizio barbuto che si faceva vedere nei video e infatti ci seguiamo a vicenda su Instagram, ma lui non si è mai esposto a dichiarare che questa persona fosse Cambogia.
Alla fine, il 23 giugno 2017 esce la canzone "Le luci rosa" si scopre l'arcano che questo progetto è stata una trollata da parte del gruppo di videomaker Ground's Oranges.
Nonostante sia stato anch'io scioccato dall'accaduto, l'album di Cambogia è davvero meritevole!
Ed ecco il disegno dedicato a Cambogia e che all'epoca credevo che fosse Andrea Fulgidezza, ma chi se ne frega, nel mio immaginario sarà sempre lui Cambogia!

The mysterious Cambogia comes from this video, no one knew who he was but "Il mare non è niente di speciale" had conquered many users, including myself. At the exit of the second song, "Adolescenza tropicale" it was starting to understand more or less who he was so in January she released her first (and last ... I hope not) album "La sottrazione della gioia" that I still am proud I bought it.
I already knew who was the bearded guy who see in videos and in fact we follow each other on Instagram, but he never exposed to state that this person was Cambogia. 
Eventually, on 23 June 2017 released the song "Le luci rosa" it turns out the mystery that this project was a subsidiary company by the Group of videomaker Ground's Oranges.
Despite having been too shocked by what had happened, the album of Cambogia is definitely worthwhile! 
And here's the drawing dedicated to Cambogia and that at the time I thought it was Andrea Fulgidezza, but who cares, in my imagination will always be him Cambogia!


Disegno del 2016.
Design of 2016.

Ci sono poi molti altri artisti musicali alla quale spero che un giorno possa omaggiarli con un disegnino!

There are also many other music artists which I hope someday can's with a picture!



venerdì 13 ottobre 2017

Una Vita da... Bandano #54: Provocazioni. / One A Life Of... Bandano #54: Provocations.

Susy in compagnia di un'amica un po' "provocante"... 
Susy in the company of a somewhat "provocative" friend ...

«Look at that nice guy down there! Keep staring at me, I want to see where he wants to go ...»
«But Tina, what do you say?!? Remember that you are a girlfriend with Nicola
«From Susy, there's nothing wrong with provoking a bit! I do not have to go to bed! Also because I'm pregnant ...»
«You're pregnant?!? Woooooow !!! I'm happy for you! Surely Nicola will be a great father!»
«But who told you that your son is Nicola?!?»
«But I...»
«Eh, "but I"! Who knows what you tell in the office behind my shoulder!»

venerdì 6 ottobre 2017

I miei Anni '90! (non "vissuti" ma... ci sono "cresciuto")

Questa volta non sarà un post riguardo a un disegno o quant'altro, ma sarà un post leggero, ricordando i vecchi tempi di quando io ero bimbetto.
Un post "forzato" perché sono stato taggato dal buon Fperale (il suo blog: www.nerditudine.it) e si sa che ogni "taggamento è debito" (il proverbio me lo ricordavo diverso, va bè).
L'idea è di MikiMoz (mikimoz.blogspot.it) alla quale aveva già fatto in passato riguardo "i suoi Anni 80".
Le regole sono queste: 

1- Elencare tutto ciò che per noi sono stati gli anni '90, in base ai vari macroargomenti forniti (nota: parlare del vissuto dell'epoca, non di ciò che il decennio rappresenta per noi oggi! Chi non era ancora nato può parlare invece per esperienze indirette!);
2- Avvisare Moz dell'eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento a
(mi servirà per venire a leggere i vostri post!) 
3- taggare altri cinque bloggers, avvisandoli.

Su quest'ultima regola ho sempre un po' di "antipatia" perché per i blogger che vorrò taggare non mi permetterò di obbligare a fare la medesima cosa, però potrebbero avere qualche pubblico in più attraverso questo post (o almeno si cerca di fare quel che si può)!
E poi, come qualcuno di voi lo sa, sono nato nel 1990 e quindi più che averli "vissuti" gli Anni '90 ci sono proprio cresciuto!!!

Essendo un post molto leggero e abbastanza rapido non metterò alcuna traduzione in inglese, ma per chi non mastica l'italiano potrà usare il "tab" che ho aggiunto al blog per le traduzioni (così facendo, eccetto i post "congelati" che ho nelle bozze, in futuro potrò non tradurli più risparmiando un sacco di tempo!).

Ma bando alle ciance e iniziamo! 

MUSICA.

Se dovessi riassumere la musica negli Anni 90 direi: Festivalbar.
E se dovessi dire un gruppo che ascoltai spesso in quei anni sicuramente sono gli 883 (Max Pezzali è di Pavia, la gioia immensa al momento che l'avevo saputo)!
Anche se a quei tempi la mia discografia era capitanata da Cristina D'Avena, comunque assorbivo tutte le canzoni famose dell'epoca, sia italiane che straniere, alla quale poi in futuro comincerò ad riascoltarli con "orecchio da adulto".
Il giorno vero che cominciai ad ascoltare musica seria fu il 9 Settembre del 1998, con la scomparsa del grande Lucio Battisti.
Non sapevo chi fosse a 8 anni (non c'era Internet), ma mi sorprese della vastità di canzoni che aveva scritto, chissà quante volte le avevo ascoltate in radio con mia madre e non sapevo neppure chi fosse!
Piano piano mi discostai dalla mitica Cristina e approdai al mondo di MTV scoprendo band come i Foo Fighters, Blur, R.E.M. Green Day, Blink 182, Oasisecc.  ma, sempre attraverso mia madre ma con un'orecchio più attento, anche cantanti italiani come i Pooh, Nomadi, Nek, Laura Pausini, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri, ecc.
Adoravo anche la musica dance di quei anni anche se poi ho approfondito di più quella degli Anni 2000...

CINEMA.

Al cinema negli Anni 90 ci sono stato soltanto 3 volte:
La prima volta è stato magico, con mio cugino a guardare il film della Disney Hercules. Uno dei più bei natali della mia vita...
La seconda e la terza ero andato con la scuola. Non ricordo in ordine cronologico quale dei due vidi per primo: Matilde sei mitica, un film alla quale l'ho odiato con tutto me stesso, e La Gabbianella e il Gatto alla quale non ricordo niente e non ho più avuto modo di recuperarlo.

FILM.

Il mio primo vero film che vidi in VHS, dopo tanti cartoni, fu Batman - Il ritorno.
Poi Jumanji, Ghostbusters, Small Soldiers, contando anche i film che guardavo in TV come Piccola Peste ma soprattutto: Mamma ho perso l'aereo e Mamma ho riperso l'aereo, mi sono trasferito a New York 
Rivelazione: non ho guardato molti film della Disney!!!
In cassetta avevo Il Gobbo di Notre Dame (secondo me, uno dei film migliori della Disney), lo stesso Hercules, Lilli e il Vagabondo, La Carica dei 101 (avevo la versione live action mentre la versione cartone ce l'avevano i miei cugini), alcuni titoli me li facevo prestare come La Bella e La Bestia e altri ne noleggiavo come Robin Hood .
Sicuramente ho vissuto la febbre della più grande rivoluzione della storia del cinema d'animazione: Toy Story. Chissà quante volte l'avrò noleggiato...
Vi voglio raccontare un aneddoto:
In un famoso stabilimento che ho vicino (non voglio fargli pubblicità), anni fa, la domenica prima delle festività natalizie organizzavano un tour dello stabilimento per finire ad un'area allestita per giocare e divertimenti vari, spettacoli di marionette e estrazioni con premi.
Ecco, in quel periodo avevo adocchiato alla VHS di Toy Story e lo volevo a tutti i costi.
Fatto sta che salì sul palco con Babbo Natale insieme agli altri bambini, arrivò il mio turno e feci un tiro alla pesca... pescai il numero e vinsi proprio la VHS di Toy Story 
Non vi rendete conto della gioia e della botta di... fortuna che ho avuto! 

COMICS.

Altra rivelazione: avevo tantissimi fumetti di Topolino, ma non amavo leggerli.
Mi piacevano le inserzioni, ma i fumetti non mi interessavano un granché, eccetto le storie di Paperinik e Indiana Pipps.
Ricordo che avevo qualche un di Popeye e de I Simpson.
I fumetti che leggevo volentieri si trovavano in biblioteca comunale, con la scuola. Andavo a spulciare i fumetti dei Peanuts , le belle avventure di Asterix e Obelix, l'albo de I Simpson di Natale e... Il ritorno del cavaliere oscuro di Frank Miller. 
Ok, leggerlo adesso a 27 anni lo reputo un grande capolavoro, leggerlo all'ora a 9 anni fu uno shock.
Ancor più scioccante fu quella volta che comprai un albo di Batman con parole belle come "aw cazzo".
Ora: immaginate un bambino di 8/9 anni, educato perbenista che non si è mai azzardato a dire una sola parolaccia perché "non va bene" e a leggere a voce (perché a quei tempi per me era impossibile leggere mentalmente) un fumetto del genere e dire "aw cazzo" davanti ai suoi genitori.
Per carità, non mi dissero niente, ma notavo gli sguardi preoccupati...
Sì, forse era meglio Topolino!

GIOCHI.

Adoravo i giochi, erano tutto il mio mondo: Batman, Hercules, Robocop (avevo anche una versione cinese tutto dorato! Neanche su Internet riesco a trovarlo!!!), Power Rangers (avevo il robottone del primo film), Ghostbusters (Peter, quello del cartone), lo scimmione dei Biocombat... E se non avevo i personaggi che volevo? Lego!
Con i Lego mi divertivo un casino e se non avevo un personaggio in forma "giocattolo" me lo costruivo con i mattoncini!  
Non amavo le macchinine, ma avevo due automobili di Batman (uno grande tratto dalla serie animata e uno piccolo del film) e una di Robocop. 
Avevo il maggiore Chip Hazzard di Small Soldiers in versione gigante e parlante che avevo vinto grazie a un concorso.
E poi il Sapientino? Il calcetto con le "molle"? Il Tricky Trars che porcadiquellamiseria non so dove sia andato a finire...!!!

VIDEOGAMES.

A parte un vago ricordo di un videogames con 10 giochi in croce, ma il mio primo vero (e unico) videogioco che ho avuto è la PlayStation.
Mezzo milione di lire costava all'epoca e mi fu regalato da mio zio. Comprai solo un paio di giochi perché erano (e quelli recenti lo sono tutt'ora) abbastanza carotti: Crash Bandicoot e Dragon Ball: Final Bout.
Gli altri giochi me li diede mio cugino, uno dei titoli alla quale ero affezionato fu The Legend Of Dragoon. Purtroppo volevo giocare anche a Final Fintasy VIII, ma per la disgrazia di un CD guasto non ho mai potuto proseguire la saga...

TELEVISIONE.

Ne guardavo tanta: dai cartoni animati di Italia 1 con i contenitori Bim Bum Bam e Ciao Ciao (oltre i classici delle reti private come City Hunter) ai telefilm come i Power Rangers, Il mio amico Ultraman, Robocop (guardavo anche i film, ma all'epoca preferivo il terzo e il telefilm) e i programmi TV per ragazzi: dal lunedì a venerdì Solletico (cartone più celebre: i Biker Mice da Marte!) e il sabato pomeriggio Disney Club (qualcuno ha detto Gargoyle?).
E poi i programmi d'intrattenimento come Passaparola, Tira & Molla, Non è la Rai, La Sai L'Ultima?, Il Quizzone, Karaoke, ecc. Hai voglia a nominarli tutti!

CIBO.

Ero un bimbetto capriccioso e quindi non amavo molto il cibo. Ma ricordo le buone tagliatelle che faceva la mia vicina di casa... quanto mi mancano.

LIBRI.

Non sono mai stato un grande lettore di libri, ma prendevo quei librettini con tanti immagini sui film della Disney (tipo, Il Re Leone).
Il primo vero libro che comprai totalmente scritto fu quello di Small Soldiers raccontando la trama del film (visto che non potevo vederlo al cinema).


SHOPPING.

Mi piacevano i giocattoli, volevo solo i giocattoli. 
Però più delle volte erano le sgridate e qualche sberla di mia madre, ero abbastanza capriccioso nei supermercati....

LIFE.

Ero un bambino solitario, perso nel mio mondo. Non volevo stare con nessuno, a scuola stavo in disparte anche se non disedegnavo la compagnia di un mio coetaneo che abitava vicino a me.
Forse è stato un grande peccato, perché i compagni di scuola che avevo non li avrei cambiati per nulla al mondo... 
A casa ero immerso dalla mia fantasia: con i miei giocattoli facevo film per un fantomatico canale che si chiamava "Tutti i Canali".
Insomma, una vita asociale ma felice.

RICORDO DELL'EPOCA.

Onestamente: non avevo voglia di tirare fuori tutte le vecchie foto, così ho pensato di mettere questa che ho nel PC.
Io all'età di un anno (per gli esperti: 12 mesi+), abitavo insieme a mio nonno a San Genesio Ed Uniti (PV).
Già in quel periodo guardavo i miei primi cartoni sui robot (Gundam, Mazinga, insomma qualsiasi cartone sui robot andava bene) e Lupin III, ricordo mio padre che guardava i film western su reti private, il retrogusto del buon miele di mille "ciucciate" con il ciuccio "post-coccola mamma" e tante altre belle cose.
Qui ho un po' lo sguardo curioso, la mia curiosità del mondo che mi circonda e che mi porto ancora dietro da 27 anni...





Ecco a voi i 5 blogger (attivi... si spera...) che vi consiglio e nella quale, se hanno voglia, potranno raccontare anche loro un po' di sé:


Maria Chiara Arconte: arcontemariachiaramachi.blogspot.it
Silvia Di Gregorio: silviadigregorio.blogspot.it
Deborah Pellegrino: lascarabocchia.blogspot.it
Gianluca Testaverde:  gianlucatestaverde.blogspot.it
Davide Quetti: neodqu.blogspot.it

venerdì 22 settembre 2017

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta #35: Kingsman - The Secret Service (2015) / The Cinema (Seen From Me) In A Single Sticker #35: Kingsman - The Secret Service (2015)

Immerso nella noia dei palinsesti televisivi italiani, trovo l'eccezione di questo film.
Non l'avevo mai visto perché a giudicare dalle immagini del personaggio mi dava l'aria di un tipo "troppo british" con tanto tè delle 5 del pomeriggio.
Non amo particolarmente questi tipi di personaggi, perché sembrano troppo "perfettini" anche se adoro gente come James Bond, Austin Powers e Mr. Bean.
Spinto dalla curiosità e pensando appunto a James Bond l'ho visto e mi è piaciuto.
Per sintetizzare il tutto potrei dire "Quando Quentin Tarantino dirige un episodio di James Bond".
Il mix dal "pulp" con lo spionaggio fa sì che "Kingsman" diventi un film divertente in ogni minuto. Già da questo punto lo credo migliore degli ultimi film di James Bond che, a parere mio, sono diventati troppo spiegati e troppo noiosi, e io in un film di James Bond voglio vedere lo spionaggio, l'azione... insomma, mi deve tenere incollato allo schermo!
Tornando a "Kingsman", altro fattore positivo è l'ironia e quando c'è l'ironia (quella giusta) si viaggia che è una meraviglia.
Ciliegina sulla torta: la buona dose di citazioni messi nei punti giusti di film o anime (avete letto bene, "anime") che non ti aspetti.
Mica come quella serie Tv dove la trama è simile a "E.T." con scene tratte da "Poltergeist" e "Alien" e protagonisti usciti da "Stand By Me" con citazioni ogni 3 secondi eccetto la comunicazione con l'Enel con le luci di Natale... Ehm... Scusate, credo che devo ancora digerire il polpettone!
Comunque, questo film è consigliato per chi volesse passare un paio d'ore di divertimento senza essere fiscali con le logiche ma guardandolo con spensieratezza!


Immersed in the boredom of Italian TV shows, I find the exception of this film. I had never seen him because in judging from the characters' pictures I was overwhelmed with a "too british" type with a lot of tea at 5 pm.
I do not particularly like these types of characters because they look too "perfect" even though I love people James Bond, Austin Powers and Mr. Bean. Driven by curiosity and thinking of James Bond I saw it and I liked it.
Driven by curiosity and thinking of James Bond I saw it and I liked it. 
To summarize everything I could say, "When Quentin Tarantino directs an episode of James Bond."
Mixing from "pulp" with spying makes Kingsman become a fun movie every minute. From this point I think it's better than James Bond's latest films that in my opinion have become too much too boring and too boring, and in a James Bond movie I want to see espionage, action ... in short, I have to keep glued to the screen! 
Returning to "Kingsman", another positive factor is the irony and when there is the irony (the right one) you travel it is a wonder. Ciliegin on the cake: the good deal of quotations put in the right place and of movies or anime (you read well, "anime") you do not expect.
Just like that TV series where the plot is similar to "ET" with scenes from "Poltergeist" and "Alien" and protagonists coming out of Stand By Me with quotes every 3 seconds except the communication with Enel with the lights of Christmas ... Ehm ... Sorry, I think I still have to digest the meatball!
However, this movie is recommended for those who would like to spend a couple of hours of fun without being taxed with logic but looking at it with carefree!

«It was raining! So I opened the umbrella!»
«Yes, but this does not justify the fact that he has 970 horns in 5 minutes!»
«You jerk! Do you want to kill others?!?»

venerdì 15 settembre 2017

Una Vita Da... Bandano #53: Ripetizioni. / One A Life Of... Bandano #53: Repeat.

Telefonate "ripetitive" per Tony! 
"Repetitive" calls for Tony!


No lady, there are no repetitions here: you've got the wrong number. ...»
«And with this I am 12 !!! I wonder who the cool guy who posted the ad in the newspaper by entering my number!»
«No, you could not have been ...!»
«You have never trusted my "repetitive" skills !!!»



Infine, ecco la nuova illustrazione!
Spero che vi piaccia!

Finally, here's the new illustration! 
I hope you enjoy!



martedì 5 settembre 2017

"Scrubs", molto di più di una serie TV! / "Scrubs", much more than a TV series!

Lazlo Bane - "Superman" (Scrubs theme)

"Scrubs - Medici ai primi ferri", una serie TV statunitense prodotta dal 2001 al 2010 ideata da Bill Lawrence.
La serie comprende 9 stagioni (8 "ufficiali" + 1 chiamata "Scrubs: Mad School").

"Scrubs", a series of US TV series produced by Bill Lawrence from 2001 to 2010. 
The series includes 9 seasons (8" official "1 called" Scrubs: Mad School ").

La trama è concentrata intorno all'Ospedale Sacro Cuore e le vicende sono narrate dallo neo-specializzante John Michael Dorian, soprannominato J.D. interpretato da Zach Braff.
In ospedale, J.D. può contare del suo migliore amico Christopher Turk (Donald Faison), farà conoscenza con una sua collega di nome Elliot Reid (Sarah Chalke), il suo mentore dottor Perry Cox (John C. McGinley), l'infermiera Carla Espinosa (Judy Reyes) che presto diventerà la fidanzata di Turk, il primario di medicina dottor Bob Kelso (Ken Jenkins) e l'Inserviente (Neil Flynn) alla quale darà filo da torcere a J.D.

The plot is centered around the Sacred Heart Hospital and stories are told by the newly-trained John Michael Dorian, nicknamed J.D., starred by Zach Braff.
In the hospital, J.D. can count on his best friend, Christopher Turk (Donald Faison), to get acquainted with a colleague named Elliot Reid (Sarah Chalke), his mentor Dr. Perry Cox (John C. McGinley), nurse Carla Espinosa (Judy Reyes) who will soon become Turk's fiancee, the Chief of Medicine Dr. Bob Kelso (Ken Jenkins) and the "Janitor" (Neil Flynn) which will give hard time to J.D.


Questa serie la guardavo in prima TV su MTV a puntate sparse, solo quest'estate mi sono deciso di guardarle tutte stagione per stagione.
Questa è la mia serie preferita in assoluto!
Perché come ho già detto dal titolo, "Scrubs" è più di una serie: è la vita.
Ogni situazione, ogni storia, ogni momento si può trasportarla nella vita reale.
In ogni puntata finisce con una morale, sia negativa che positiva.
Quindi, grazie a Bill Lawrence di aver ideato una serie così fantastica come "Scrubs", senza contare i meravigliosi attori che hanno partecipato a questa serie TV.
E se non lo avete ancora visto, vi consiglio di recuperarla.

This series I looked at prima TV on MTV in serial form sparse, just this summer I decided to look at them all season to season. 
This is my favorite series ever! 
Because as I said entitled, "Scrubs" is more than a number: is life.
Every situation, every story, every moment you can transport it in real life. 
In each episode ends with a moral, is negative than positive. 
So thank you to Bill Lawrence had created a series so great as "Scrubs", not to mention the wonderful actors who took part in this TV series. 
And if you haven't seen it, I recommend that you recover it.

Ah, volete sapere cosa ne penso della nona stagione "Scrubs: Mad School"?!?
No comment.
Anzi, a fine dell'ottava stagione vi consiglio di recuperare su Internet la webserie "Scrubs: Interns".
Decisamente migliore della nona stagione...

Ah, you want to know what I think of the ninth season "Scrubs: Mad School"?!? 
No comment. 
Indeed, at the end of season 8 I recommend to recover on the Internet the Web series "Scrubs: Interns". 
Much better than the ninth season ...


Guided By Voices - "Hold On Hope".







Il creatore Bill Lawrance ha messo il like al mio disegno su Instagram!!!
Creator Bill Lawrance has liked my design on Instagram !!!



venerdì 25 agosto 2017

Io e i Linkin Park (Ciao Chester!) / Me and Linkin Park (Goodbye Chester!)

Il 20 Luglio del 2017, a Palos Verdes Estates, si è suicidato all'età di 41 anni Chester Charles Bennington, cantautore e frontman dei Linkin Park
Questa notizia per me è stato un fulmine a ciel sereno, come se qualcuno avesse violentato la mia adolescenza, perché i Linkin Park sono stati tra i primi gruppi a farmi avvicinare al mondo del rock.

Era il 2001, all'epoca tramite i miei cugini scoprii il canale MTV e fu un periodo nella quale man mano cominciai a maturare il mio ascolto musicale che si distaccasse definitivamente dai Fivelandia di Cristina D'Avena.
Mi piaceva abbastanza il pop di allora, ma avevo un grande stimolo per la musica rock: Foo Fighters, Blink 182, Green Day. Limp Bizkit, ... 
Infatti, già nel 1999 comprai la musicassetta della colonna sonora del secondo Austin Powers e dentro c'erano "pezzi da 90" come Lenny Kravitz, R.E.M., The Who, ecc.
Tornando al 2001, ci fu un brano che spesso nelle classifiche di MTV era tra i primi posti: si trattava di "In The End" dei Linkin Park.
Fu il primo brano che ascoltai e fu subito un colpo di fulmine.
Poi anche i brani successivi erano fantastici: "Points Of Authority" (contando anche il relativo remix "PTS.OF.ATHRTY" ), "Crawling", "Papercut", "One Step Closer"... 

Venne il 2003, in Italia oltre a MTV c'era All Music (oggi è Nove TV) e uscì il loro primo singolo per l'album "Meteora": "Somwhere I Belong".
Con quel pezzo non avevo resistito: quell'album dovevo averlo!!!
Avevo un Walkman della Sony che riproduceva musicassette, così riuscii a comprare l'album in questo formato nonostante la quasi estinzione...
Quando schiacciai "play" la prima volta... mio dio!!!
Come scritto da una rivista era una vera palla infuocata di energia che partiva dall'intro "Foreword" per finire con "Faint" sul Lato A per poi ripartire con "Figure.09" finendo l'intero Lato B con "Numb".
Era fantastico, non avevo mai ascoltato un album così energetico, con tutta la rabbia ma nello stesso tempo con la gioia di vivere gridarlo al mondo!

Passavo giorni e giorni ad ascoltare quell'album, più di una volta al giorno.
Mio cugino aveva una musicassetta registrata con dentro l'album "Hybrid Theory" e allora feci una copia per poi comprarlo successivamente.
Così almeno avevo due album da poter ascoltare, mentre sui fogli disegnavo sia i miei personaggi ma anche loro. Ormai facevano parte di me.

Negli anni seguenti li avevo persi un po' di vista, vuoi perché cominciavo ad ascoltare altri gruppi e altra musica, vuoi perché già "What I've Done" non mi aveva fatto impazzire come le precedenti e ho lasciato perdere.

Però nel 2012 c'è stata un riavvicinamento a loro con l'album "Living Things".
I Linkin Park non erano più quelli di una volta e già lo sapevo, ma quell'album aveva "un qualcosa" che ricordava molto il primo album e allora li riascoltai di nuovo fino a perderli ancora.

2017: ritornano i Linkin Park, e il primo singolo è "Heavy".
E no, quel brano non mi è piaciuto per niente!
Non tanto perché sia un brano "pop", ma per il fatto che sia un "pop mediocre" e per un gruppo come i Linkin Park è una cosa atroce.
Per completezza ho ascoltato anche l'album "One More Night", un album che non sarebbe male se non per il fatto che sia dei Linkin Park. E da loro mi aspetto di meglio.

La cosa che ho sempre apprezzato dai Linkin Park è la voglia di cambiare, di fare album diversi dai precedenti, la voglia di osare indistintamente dal responso del pubblico.
È una cosa che manca a molti cantanti o band, perché preferiscono fare la stessa musica pur di accontentare il proprio pubblico, ma un Artista crea un opera per piacere in primis sè stesso e poi al pubblico.
Non ti piace? Pazienza, sarà per un'altra volta!

Fin dal primo album Chester Bennington affrontava le sue paure urlandole contro, con l'intermezzo rap di Mike Shonoda .
Era un bel monito, l'invito a urlare in faccia le paure e le insicurezze.
A Chester purtroppo non li sono bastati le sue canzoni, il suo pubblico, la sua band/amici e la sua famiglia per sconfiggere i suoi demoni.
Ma noi continueremo ad affrontarli come sempre, a testa alta, con la musica dei Linkin Park al grido di Chester : SHUT UUUUUUUUP!!!!!!!.

(Di seguito troverete dei disegni fatti durante gli anni compreso l'ultima illustrazione in omaggio a Chester e quel periodo adolescenziale automaticamente pubblicata anche sul sito ufficiale dei Linkin Park nella bacheca #RIPChester).


On July 20, 2017, at Palos Verdes Estates, he committed suicide at the age of 41-year-old Chester Charles Bennington, songwriter and frontman of Linkin Park. 
This news for me was a lightning strike, as if someone had raped my adolescence, because the Linkin Park were among the first groups to bring me closer to the rock world.

It was 2001, at that time through my cousins ​​I discovered the channel MTV and it was a period in which I started to mature my musical listening that definitely detached from the "Fivelandia" of Cristina D'Avena. I liked pop pop then, but I had a big boost for rock music: Foo Fighters, Blink 182, Green Day. Limp Bizkit, ...

In 1999, I purchased the soundtrack of the second Austin Powers soundtrack and in there were "90 pieces" like Lenny Kravitz, REM, The Who, etc. 
Back in 2001, there was a song that was often in the MTV rankings in the top places: it was "In The End" of Linkin Park. 
It was the first track I listened to and was immediately struck by a lightning strike.
Then the next songs were fantastic: "Points Of Authority" (also counting its remix "PTS.OF.ATHRTY"), "Crawling", "Papercut", "One Step Closer" ...

It came in 2003, in Italy, besides MTV there was All Music (now Nove TV) and released their first single for the album "Meteora": "Somwhere I Belong". 
With that piece I did not resist: that album I should have !!! 
I had a Sony Walkman who played tapes, so I managed to buy the album in this format despite almost extinction ...
When I crashed "play" the first time ... my God !!! 
As written by a magazine, it was a real fiery ball of energy that started from the intro "Foreword" to finish with "Faint" on Side A and then start with "Figure.09" finishing the entire Side B with "Numb". 
It was great, I never heard such an energetic album with all the anger but at the same time with the joy of living screaming in the world!

I spent days and days listening to that album, more than once a day. 
My cousin had a recorded tape with inside the album "Hybrid Theory" and then I made a copy and then bought it later. 
So at least I had two albums to be able to listen to, while on the sheets I was drawing both my characters and them. They were part of me.

In the following years I lost sight of you, because I started listening to other groups and other music, because "What I've Done" did not make me crazy like the previous ones and I missed it. 

But in 2012 there was a rapprochement to them with the album "Living Things". 
The Linkin Park were no longer the ones I once knew, but that album had "something" that reminded me of the very first album and then I replayed them again until they lost them again.

2017: Linkin Park returns, and the first single is "Heavy". 
And no, that song I did not like at all! Not so much because it's a "pop" song, but because it's a "mediocre pop" and for a band like the Linkin Park is a terrible thing. 
For the sake of completeness I also heard the album "One More Night", an album that would not hurt if not because it was Linkin Park. And I expect them to do better.

The thing I've always liked about Linkin Park is the desire to change, to make albums other than the previous ones, the desire to dictate the public's response indiscriminately. 
This is something that many singers or bands are missing because they prefer to do the same music in order to satisfy their audience, but an artist creates a work for pleasure first and then to the public. 
You do not like it? Patience, will be for another time!

From the earliest album Chester Bennington faced his screams afraid, with Mike Shonoda's rap interlude. It was a nice warning, the invitation to scream in fear and insecurity. 
Unfortunately, Chester did not have enough of her songs, her audience, her band / friends and her family to defeat her demons. 
But we will continue to face them as always, with high head, with the Linkin Park music at Chester's cry: SHUT UUUUUUUUP !!!!!!!.

(Below you will find some drawings made over the years including the latest Chester Free Illustration and that teenage period automatically also published on Linkin Park's official site in the bulletin board #RIPChester).



Drawing of 30/12/2003

Drawing of 11/01/2004

Drawing of 29/01/2004.

Drawing of 21/07/2017.
Il mio disegno apparso sul sito ufficiale dei Linkin Park.
The design appeared on Linkin Park's official website.

martedì 22 agosto 2017

Video su YouTube: Inchiostrando e colorando... AniaMania! / Videos on YouTube: Inking and Coloring ... AniaMania!

AniaMania, youtuber siciliana, mi ha chiesto di farle un avatar, così l'ho accontentata!
Questo è un "video pilota" di un format che vorrei portare nel canale, cioè quello di disegnare youtuber, famosi e non, che seguo e apprezzo.
Intanto questo è il disegno finale e sotto trovate il link del video e altre informazioni! 😉

AniaMania, a Sicilian youtuber, asked me to make her an avatar, so I contented her! 
This is a "pilot video" of a format I would like to bring to the channel, that is to design youtubers, famous and not, that I follow and appreciate. 
Meanwhile this is the final design and below you find the video link and more information! 😉

Disegno del 31/7/2017.
Drawing of 31 July, 2017.

LINK DEL VIDEO / VIDEO LINK



LINK DI ANIAMANIA / ANIAMANIA LINKS



mercoledì 2 agosto 2017

Nuovo video sul canale YouTube per augurarvi una BUONA ESTATE!!! / New video on YouTube channel to wish you a GREAT SUMMER!!!!

Questo è un video realizzato in maniera veloce per augurarvi una buona estate!
Le vignette sono state realizzate "in presa diretta" durante l'ascolto della canzone senza avere nulla di già scritto.
In futuro spero di realizzare video così e realizzati con più cura!
Questo è solo un assaggio di ciò che mi piacerebbe fare su questo canale!

La canzone è "Tu e l'estate" dei The Bam Bams tratto dalla colonna sonora del film "L'Ultimo Bacio" del 2001 (che non ho mai visto, LOL!).
E non a caso ho scelto un brano "sconosciuto", perché fa parte delle mie intenzioni!
E... 

Sì, ammetto che per me Sio continua a essere fonte di ispirazione.
L'importante comunque è che dalla fonte di ispirazione si possa creare contenuti belli e originali senza cadere nell'oblio della "copia!!111!".
Detto questo, iscrivetevi al mio canale se non l'avete ancora fatto e ci si vede presto! 

This is a video made quickly to wish you a happy summer!
The cartoons were made "live" while listening to the song without having anything already written. 
In the future I hope to make videos like this and made with more care!
This is just a taste of what I'd like to do on this channel!

The song is "Tu e l'estate" by The Bam Bams from the soundtrack of the movie "L'Ultimo Bacio" of 2001 (which I never saw, LOL!). 
It is no coincidence that I chose a song "unknown", because it is part of my intentions! 
And ...

Yes, I admit that for me Sio continues to be a source of inspiration. 
The important thing though is that the source of inspiration to create beautiful and original content without falling into oblivion of "copy! 111! ". 
That said, Subscribe to my channel if you haven't done and see you soon! 


LINK

mercoledì 26 luglio 2017

Il Cinema (Visto Da Me) In Una Sola Vignetta #34: Babadook. / The Cinema (Seen From Me) In A Single Sticker #34: Babadook.

È difficile parlare di un film che ho visto una sola volta e che non ho nessuna intenzione di riguardarlo.
Perché questo è uno dei classici film che viene osannato dal pubblico e critica ma quando hai finito di guardarlo ti chiedi "Che roba è?!?".
L'idea in sé non sarebbe male, il fatto che se la paura non la puoi sconfiggere la puoi dominare (poi ovviamente ognuno si fa la sua idea del significato che ha il film), ma c'è una cosa che mi fa impedire nel riguardare questo film: il bambino.
I bambini, sia nel film che nella realtà, sono buoni, cari ecc. ma quando diventano dei veri rompi balle non c'è sopportazione che tenga. 
E questo è il caso del bambino protagonista di questo film.
Una specie di McGyver (anzi, io credo che sia proprio lui visto che non riesco a spiegarmi del perché abbia un armamentario così elaborato da far invidia a qualsiasi terrorista professionista) alla quale per quasi tutto il film continua a chiamare la sua mamma.
Per chi non ha visto il film, provate immaginare se a casa vostra ci sia un bambino che continua per tutto il giorno a chiamare la mamma. Per tutto il giorno.
Capirete la povera madre rimasta vedova che. oltre al bambino. deve affrontare il suo stress psicologico.
Quindi non è un caso se per tutto il film ho tifato per Babadook...
Peccato che poi alla fine mi abbia deluso, anche perché piano piano diventa sempre più grottesco e il film si limita a metter un po' di cliché già visti e rivisti in tanti altri film horror.
E il cliché è uno dei brutti mali dei film horror usciti negli ultimi anni.
In definitiva: personalmente non un brutto film, ma se non ti prende ci si annoia e vorresti ammazzare il bambino il prima possibile. 
Ma ve lo dico subito: questo non succede.
Peccato. 

It's hard to talk about a movie I've seen once and that I'm not going to cover it. 
Because this is one of the classic movies that is being auditioned and criticized, but when you've finished watching it you ask, "What's the stuff?!?" 
The idea itself would not be bad, the fact that if you can not defeat it you can dominate it (then of course everybody makes their own idea of ​​the meaning that the movie has) but there is one thing that prevents me from About this movie: the baby.
Children, both in film and in reality, are good, dear ones, and so on. but when they become real bales, there is no endurance to hold. 
And this is the case for the baby star of this film. 
A kind of McGyver (indeed, I think he's just because I can not explain why he has such an elaborate weapon to envy any professional terrorist) to which almost the whole movie continues to call his mom.
For those who have not seen the movie, try to imagine if there is a baby in your home who goes all the day to call your mom. All day long. 
You will understand the poor mother who is a widow. In addition to the child. He must face his psychological stress.
So it's no coincidence if I've been fanatic for Babadook for the whole movie ... 
It's a shame that I finally disappointed me, because it's getting more and more grotesque and the movie just puts a bit of cliché that I've seen and reviewed In so many other horror movies. 
And cliché is one of the horrible evils of the horror movies that came out in recent years.
Ultimately: Personally not a bad movie, but if you do not get bored you would want to kill the baby as soon as possible. 
But I tell you now: this is not the case. 
Sin.


«Mum Mum Mum...»
«Are you sure you want to refuse your job as a babysitter?!? I guess I pay her well!»
«If selling his son on eBay would make a deal! Believe me!»

...E su YouTube troverete il mio primo "speed drawing" basato su questa vignetta!
Guardatela e iscrivetevi al canale!
... And on YouTube you will find my first "speed drawing" based on this sticker! Watch it and subscribe to the channel!


mercoledì 19 luglio 2017

Disegni che ho pubblicato su Instagram. / Designs that I published on Instagram.

Quando creai questo blog, avevo pensato un modo alla quale i miei disegni e fumetti fossero accessibile per chi non aveva un profilo Facebook.
Da quando un paio di anni fa creai il mio account su Instagram ho cominciato a pubblicare anche da lì i miei "disegni instantanei".
Purtroppo facendo così ho lasciato il blog "da solo", così ho pensato di pubblicare qui alcuni miei disegni. 
Alcuni li ho fatti utilizzando con lo smartphone e alcuni risultati mi soddisfano abbastanza!
La prossima raccolta sarà dedicata a cantanti e band specialmente della musica indie italiano. 
Spero che vi piacerà e ricordatevi di seguirmi anche su Instagram


When I created this blog, I thought of a way in which my drawings and comics were accessible for those who didn't have a Facebook profile. 
Since a couple of years ago I created my account on Instagram I started publishing there my "instant designs."
Unfortunately doing so I left the blog "on my own", so I thought I'd post here some of my designs. Some I made them using your smartphone and some results I meet enough! 
The next harvest will be dedicated to singers and bands, especially indie music Italian. I hope you enjoy and remember to follow me on Instagram!

David Bowie - 11/01/2016
Rat-Man - 21/05/2016
Bud Spencer - 28/06/2016
"Wish I Was Here" (film by Zack Braff) - 17/08/2016

Batman - 24/08/2016
Gene Wilder - 30/08/2016
Lucio Dalla - 01/02/2017

Lupin III - 03/03/2017
Son Goku ("Dragon Ball") - 04/03/2017

Lucio Battisti - 05/03/2017

Deadpool - 05/03/2017


Clint Eastwood - 07/03/2017

Tony Bandano (Girl Version) - 08/03/2017

Treno disegnato sul passaggio livello di Pavia, / Train drawn on the step level of Pavia. - 14/03/2017 

Disegno fatto da mio padre sullo smartphone. / Drawing made by my dad on your smartphone. - 19/03/2017

Rat-Man - 19/03/2017

"Go Johnny go!" (Chuck Barry) - 19/03/2017

Tomas Milian - 23/03/2017

Gorillaz - 28/03/2017

Francesco De Gregori - 04/04/2017

Totò - 14/03/2017


Baby Groot - 22/04/2017

Jack Nicholson - 22/04/2017

Ivan Graziani - 24/03/2017

Motoko Kusangi ("Ghost In The Shell") - 25/04/2017

Princess Leila/Carrie Fisher ("Star Wars") - 26/04/2017

Logan - 03/05/2017


Darth Vader ("Star Wars") - 04/05/2017

Rocket Racoon ("Guardian Of The Galaxy") - 11/05/2017

Fabrizio De Andrè - 14/05/2017

Chuck Norris - 16/05/2017

Stan Lee - 24/05/2017

Rorschach ("Watchmen") - 31/06/2017

Rino Gaetano - 02/06/2017

Steven Seagal - 08/06/2017

Batman/Adam West - 10/06/2017

Paul McCartney - 18/06/2017

"Spiderman: Homecoming". - 02/07/2017

Fantozzi/Paolo Villaggio - 03/07/2017